PROTOCOLLO DI SICUREZZA – COVID 19

PROTOCOLLO DI SICUREZZA – COVID 19

Sabato 14 marzo 2020 è stato sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolazine delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

Tra i punti salienti si evidenziano:
– corretta informazione azienda – lavortori
– obbligo di rimanere al domicilio in presenza di febbre e chiamare il medico di famiglia/ autorità sanitaria;
– se già si è fatto ingresso in azienda quando si manifestano i sintomi dichiararlo  immediatamente al datore di lavoro: consapevolmente accettando di non poter rimanere in loco per la sicurezza di tutti;
– impegno a rispettare le disposizioni igieniche spiegate dal datore di lavoro nel fare accesso all’azienda.

MODALITÀ DI INGRESSO IN AZIENDA
accesso precluso a chi nei 14 gg antecedenti ha avuto contatti con soggetti positivi al COVID-19 o provenga da zone a rischio secondo le indicazioni OMS;
– possibile controllo della temperatura corporea in accesso (dai 37,5° non è consentito accedere);
– specifiche procedure vanno individuate anche per l’accesso/transito e uscita dei fornitori esterni;
– se possibile gli autisti di mezzi di trasporto devono rimanere a bordo, per ogni altra necessità si impone la distanza di un metro;
– devono essere predisposti servizi igienici ad hoc per il personale/fornitori/trasprtatori che arrivino dall’esterno;
– va ridotto l’accesso a visitatori esterni (imprese di pulizie, manutentori, etc….) e qualora fosse necessaria la loro presenza dovranno sottostare alle regole aziendali;
– in caso di spostamenti dei lavoratori l’azienda deve garantire la sicurenza anche nel corso del tragitto;
– le disposizioni si estendono a tutte le aziende in appalto presso le zone produttive che continueranno la loro attività.

PULIZIA E SANIFICAZIONE DELL’AZIENDA
pulizia giornaliera e sanificazione dei locali, in particolare va garamtota la pulizia a fine turno e la sanificazione periodica dell’hardware usato sia in ufficio sia nei siti produttivi;
– l’azienda può ricorrere ad amortizzatori sociali particolari e/o periodici per una più accurata pulizia dei lcoali.

PRECAUZIONI IGIENICHE PERSONALI
– frequente pulizia delle mani con detergenti messi a disposizione dall’azienda (che potrà eventualmente autoprodurlo secondo le indicazioni dell’OMS);
– utilizzo di mascherina conformemente alle indicazioni del’OMS, sempre sotto la distanza di 1 metro.
guanti, occhiali, tute, cuffie, camici etc…sono raccomandati per attività a stretto contatto.

GESTIONE SPAZI COMUNI (MENSA, SPOGLIATOI, AREE FUMATORI, DISTRIBUTORI BEVANDE SNACK…)
– l’accesso alle aree comuni è contingentato con la previsione di una continua ventilazione dei locali;
– organizzare spazi e sanificazione degli spogliatoi (per accogliere per lunghi periodi gli indumenti dei lavoratori),
– sanificazione periodica e pulizia giornaliera.

TURNAZIONE TRASFERTE E SMART WORKING
– disporre la chiusura di tutti i reparti che possono ricorrere allo smartworking;
– rimodulare se utile e necessario il livello produttivo;
– assicurare un piano di turnazione dei dipendenti idoneo a evitare i contatti;
– sono sospese tutte le trasferte e i viaggi di lavoro nazionali e internazionali.

ENTRATA/USCITA DEI DIPENDENTI
– si favoriscono orari di ingresso e uscita scaglionati per evitare contatti nelle zone comuni;
– dove possibile va dedicata una porta all’entrata e una all’uscita, predisponendo la presenza in loco di detergenti segnalati.

SPOSTAMENTI INTERNI, RIUNIONI EVENTI INTERNI E FORMAZIONE
– gli spostamenti interni vanno limitati al minimo ne rispetto delle indicazioni aziendali;
– non sono consentite le riunioni in presenza, se indispensabile mantenere la distanza interpersonale e un’adeguata pulizia earazione dei locali;
– sospesi o annullati tutti gli eventi interni o di formazione, che non si possano  frequentare da remoto.