FINANZIAMENTI FINO A 25.000,00€ GARANTITI AL 100% DALLO STATO

FINANZIAMENTI FINO A 25.000,00€ GARANTITI AL 100% DALLO STATO

EMERGENZA COVID-19

FINANZIAMENTI a tassi agevolati sino a 25.000,00€

Garantiti al 100% dallo Stato

 

FINANZIAMENTI fino a 25.000,00 €

Garantiti al 100% dallo STATO

Interesse a tasso agevolato

Alla luce dell’autorizzazione U.E. all’intervento in garanzia da parte dello Stato per finanziamenti sino ai 25.000,00 il Fondo di garanzia PMI ha pubblicato il modulo per farne domanda rendendo operativa la misura prevista dal decreto Liquidità (D.L. n. 23/2020, articolo 13, lettera m):

www.quarenghi.net/documenti/incentivi/moduli25k.zip

 

BENEFICIARI

PMI, lavoratori autonomi e professionisti.

MODALITÀ  DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Una volta compilato il modulo lo si deve consegnare alla banca, personalmente o tramite e-mail (non è richiesto l’invio a mezzo pec), unitamente a copia del documento d’identità e dell‘ultimo bilancio certificato/dichiarazione fiscale (2018).

Per società costituite dopo il primo gennaio 2019 è sufficiente un’autocertificazione;

L’importo finanziato e garantito non può superare il 25% dell’ammontare dei ricavi del richiedente e, comunque, non superiore a € 25.000,00.

L’inizio del rimborso avverrà non prima di 2 anni dalla concessione del finanziamento, che avrà durata massima di 6 anni.

La banca valuta la richiesta e ammette al finanziamento senza i consueti tempi necessari per istruire la pratica.

Non è, comunque, una procedura automatica: è sempre l’istituto di credito cui ci si rivolge a decidere sulla concessione o meno dei fondi.

ATTESTAZIONI CONTENUTE NEL MODULO

Nel modulo di richiesta è necessario attestare il possesso di specifici requisiti o l’accettazione di determinate condizioni, tra cui si evidenziano, a titolo esemplificativo:

  1. accettazione, in caso di revoca totale o parziale dell’agevolazione, dell’obbligo di versamento al Fondo di un importo pari all’aiuto ottenuto e delle eventuali e ulteriori sanzioni;
  2. la dichiarazione che l’attività è stata danneggiata dall’emergenza covid-19 e l‘attestazione delle finalità per le quali il finanziamento è richiesto;
  3. rispetto delle condizioni dimensionali per essere considerati PMI;
  4. l’impegno a consentire controlli, accertamenti documentali ed ispezioni, da parte del Gestore del Fondo, nonché a trasmettere alla banca tutta la documentazione necessaria per effettuare i controlli sulla veridicità dei dati e dell’effettiva destinazione dell’agevolazione;
  5. accettazione, in caso di concessione dell’intervento, della pubblicazione sul sito www.fondidigaranzia.it del nome dell’impresa, i relativi dati fiscali, e l’importo della garanzia concessa.
  6. Colui che richiede la garanzia dovrà inoltre dichiarare di non essere destinatario di provvedimenti giudiziari; ossia di non essere escluso da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi o di revoca di quelli eventualmente già concessi.

Laddove il richiedente fosse beneficiario di altri aiuti di stato sarà necessario compilare apposito prospetto nel  modulo l’amministrazione concedente e l’importo dell’agevolazione.