INCENTIVI EMERGENZA COVID-19

INCENTIVI EMERGENZA COVID-19

INCENTIVI EMERGENZA COVID-19

La scalata per la ripartenza è inizata, ecco  un estratto di alcune delle misure introdotte a causa dell’emergenza COVID-19.

 

1. CREDITO D’IMPOSTA 50% SANIFICAZIONE

2. FINANZIAMENTI FINO A 25K €, A TASSO AGEVOLATO E GARANTITI DALLO STATO

3. SOSTEGNO ALLA LIQUIDITÀ DELLE MPMI  contributo in conto interesse fino al 3% fino max 5.000,00€

4. FONDO PERDUTO 100% SPESE PER DPI (IMPRESA SICURA)

5. RICONVERSIONE – AMPLIAMENTO ATTIVITÀ  PRODUTTIVE

6. SOSTEGNO ALLA LIQUIDITÀ  DELLE IMPRESE AGRICOLE (Modifica temporanea per emergenza COVID-19): abbattimento del tasso fino al 4%, per tutte le domande presentate dal 27 marzo 2020.

7. FONDO PERDUTO 50% CCIAA BS: contributi alle MPMI bresciane per smart working, impresa digitale, sicurezza, web

 


1.CREDITO D’IMPOSTA 50% SANIFICAZIONE

D.L. 17 aprile 2020 n. 18 art. 64 – D.L. 8 aprile 2020

Dotazione Finanziaria: 50.000.000,00 €

 

Credito imposta del 50% con un massimo di euro 20.000,00.

Interventi ammissibili:

  • spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate per l’anno 2020, allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro, quale misura di contenimento del contagio del virus COVID-19;
  • al fine di evitare il contagio del virus COVID-19 nei luoghi di lavoro, acquisto di dispositivi di protezione individuale (quali, ad esempio, mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3, guanti, visiere di protezione e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari), ovvero acquisto e l’installazione di altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici o a garantire la distanza di sicurezza interpersonale (quali, ad esempio, barriere e pannelli protettivi). Sono, inoltre, compresi i detergenti mani e i disinfettanti (come specificato dall’Agenzia delle Entrate).

Termini: in attesa di decreto attuativo.

 


2.FINANZIAMENTO FINO A 25.000,00 € A TASSO AGEVOLATO, GARANTITO DALLO STATO

Beneficiari sono PMI, lavoratori autonomi e professionisti.

Il modulo di richiesta va consegnato alla banca, personalmente o tramite e-mail unitamente a copia del documento d’identità e dell‘ultimo bilancio certificato/dichiarazione fiscale (2018).

L’importo finanziato e garantito integralmente dallo Stato non può superare il 25% dell’ammontare dei ricavi del richiedente e, comunque, non può essere superiore € 25.000,00.

L’inizio del rimborso avverrà non prima di 2 anni dalla concessione del finanziamento, che avrà durata massima di 6 anni.

 


3.SOSTEGNO ALLA LIQUIDITÀ DELLE MPMI contributo in conto interessi sino al 3% fino max 5.000,00 €

D.g.r. Lomb. 3052/2020

Dotazione finanziaria: 11.600.000,00 €

 

Beneficiarie sono le MPMI lombarde di tutti i settori, che abbiano stipulato un contratto di finanziamento (a partire dal 24/02/2020), per operazioni di liquidità, tra euro 10.000,00 ed euro 100.000,00, della durata da 12 a 36 mesi.

Il sistema camerale lombardo e Regione Lombardia intervengono per l’abbattimento degli interessi fino al 3%, fino a un massimo di € 5.000,00, riconoscendo anche una copertura del 50% dei costi di garanzia fino a un massimo di € 1.000,00.

  • Sono ammissibili esclusivamente i finanziamenti con un tasso applicato dall’intermediario finanziario nel limite massimo del 5%;
  • ogni impresa può presentare un solo contratto.
  • Regime aiuti: de minimis.

Le risorse verranno assegnate previa approvazione con determinazione e pubblicazione di un bando attuativo da parte di Unioncamere Lombardia.

Termini di presentazione delle domande: entro il 30/10/2020.

Il bando sarà pubblicato a breve da Unioncamere Lombardia e il contributo sarà concesso entro 30 giorni dalla richiesta.

 


4.FONDO PERDUTO 100% SPESE PER DPI (IMPRESA SICURA)

D.L 18/2020 articolo 43 comma 1 e s.m.i. – Bando Impresa Sicura

Dotazone finanziaria: 50 milioni di euro.

 

Beneficiari: tutte le imprese iscritte al registro delle imprese e attive, con sede principale o secondaria sul territorio nazionale.

Il rimborso fino al 100% delle spese ammissibili e fino ad esaurimento fondi, è riconosciuto per importo pari a un minimo di € 500,00 fino un massimo di 150.000,00 €.

Spese ammesse: mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3; guanti in lattice, in vinile e in nitrile; dispositivi per protezione oculare; indumenti di protezione quali tute e/o camici;     calzari e/o sovrascarpe; cuffie e/o copricapi; dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea; detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

Termini:  la prenotazione per la richiesta di rimborso va inoltrata dalle ore 9 del 11 maggio alle ore 18 del 18 maggio 2020; seguirà pubblicazione dell’elenco da parte di Invitalia, che indicherà l’ordine cronologico delle richieste e la loro ammissibilità o meno al rimborso.

 


5.RICONVERSIONE – AMPLIAMENTO ATTIVITA‘ PRODUTTIVE

D.L. 18/2020 art.5

Dotazione finanziaria: 50 milioni di euro

 

Il beneficio prevede la concessione di un mutuo agevolato a tasso zero senza garanzia a copertura del 75% del programma di spesa, rimborsabile in 7 anni (fino a un massimo di 800.000,00 €).

Gli incentivi saranno erogati sull’investimento e il capitale circolante.

Il mutuo agevolato può trasformarsi in FONDO PERDUTO in funzione della velocità di intervento dalla data di notifica di ammissione dell’aiuto:

  • 100% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 15 giorni;
  • 50% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 30 giorni;
  • 25% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 60 giorni.

Beneficiari: tutte le imprese costituite in forma societaria (anche le società di persone) senza vincoli di dimensione. Sono escluse le ditte individuali e le partite IVA.

Fine del finanziamento: l’azienda può ampliare e/o riconvertire l’attività finalizzandola alla produzione di dispositivi medici e/o di dispositivi di protezione individuale.

Gli interventi devono essere conclusi entro 180 giorni dalla notifica del provvedimento di ammissione.

Spese ammesse (sostenute a partire dal 17/03/2020): opere murarie, macchinari, impianti ed attrezzature varie commisurate alle esigenze del ciclo proiduttivo; programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali; spese correnti relative al progetto (es. materie prime, sussidiarie, di consumo e merci, eventuali canoni di locazione dell’immobile adibito alla produzione, costi del eprsonale e utenze) fino ad un massimo del 20% delle spese precedenti.

Termini: la domanda può essere inviata a partire dalle ore 12.00 del 26 marzo 2020 e fino ad esaurimento fondi.

 


6.SOSTEGNO ALLA LIQUIDITÀ DELLE IMPRESE AGRICOLE

(modifica temporanea pro COVID-19)

ABBATTIMENTO DEL TASSO FINO AL 4% per tutte le domande presentate dal 27 marzo 2020

Decreto n. 3647 del 23 marzo 2020

 

Il bando sostiene il fabbisogno di liquidità necessaria al funzionamento delle imprese agricole mediante la concessione di CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSE.

La dotazione finanziaria stanziata è pari a 5,5 milioni di euro, eventualmente integrabili con ulteriori risorse.

Beneficiarie sono le imprese che operano nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli con sede operativa nel territorio lombardo, iscritte al registro delle imprese della C.C.I.A.A. alla sezione speciale “impresa agricola” o alla sezione “coltivatore diretto” e che abbiano attivato il Fascicolo Aziendale informatizzato nel sistema informativo delle Conoscenze della Regione Lombardia (SISCO).

Il contributo è determinato sull’importo del finanziamento ammesso ad agevolazione quale quota parte degli interessi ed è in ogni caso inferiore a 20 mila euro.

Modalità di erogazione: unica soluzione per tramite dell’Istituto di credito convenzionato.

Termini: la domanda di partecipazione può essere presentata dal 4 ottobre 2019 agli Istituti di credito convenzionati (la misura dell’interesse è stata ulteriormente agevolata a causa dell’emergenza COVID-19, per le domande presentate dal 27/03/2020).

 


7.FONDO PERDUTO 50% CIIAA DI BRESCIA

Contributi per smart working e impresa digitale alle MPMI bresciane

Reg. CCIAA BS 29/04/2020

Dotazione finanziaria: 2.000.000,00 €

 

Contributo del 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di euro 22.500,00.

Beneficiarie sono le micro e PMI bresciane (in possesso della qualifica artigiana, ove previsto ec con DURC regolare).

Gli investimenti ammessi (min. € 1.000,00) devono essere realizzati, installati e pagati completamente, nel periodo 01/01/2020 – 31/12/2020.

MISURA 1  (massimale di contributo € 5.000,00 per ogni impresa): servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working; acquisto di “strumenti tecnologici” per l’attuazione del piano di smart working.

MISURA 2 (massimale di contributo € 10.000,00 per ogni impresa): investimenti in innovazione nell’ambito del progetto PID – Punto Impresa Digitale.

Spese ammesse: consulenza e formazione,  relative ad una o più tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. e di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari, erogata da fornitori che sono elencati specificamente (la formazione non può avere un costo superiore al 30% del totale della spesa prevista dall’impresa); acquisto di attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto.

MISURA 3 (massimale di contributo € 5.000,00 per ogni impresa): progettazione, restyling e/o nuova realizzazione di siti web aziendali, anche di e-commerce, per lo sviluppo di azioni di web marketing dei propri prodotti, anche attraverso social media marketing, direct email marketing e mailing list.

MISURA 4 (massimale di contributo € 2.500,00 per ogni impresa): tecnologie per la sicurezza per la prevenzione di atti criminosi.

Spese ammesse:  impianti antintrusione antifurti o allarmi con sistemi di rilevamento satellitare collegati alle centrali di vigilanza; attrezzature per video-sorveglianza; video-protezione, ecc; impianti anti taccheggio, vetri antisfondamento, telecamere, casseforti e armadi blindati.

Tali sistemi e dispositivi devono essere gestibili attraverso l’utilizzo di tecnologie digitali.

MISURA 5: riduzione consumi energetici ed impatto ambientale e rifiuti.

Spese ammesse: attrezzature per il lavaggio delle stoviglie; attrezzature per il freddo; attrezzature per il caldo limitatamente a forni elettrici o micro onde per uso professionale; attrezzature per la produzione di energia da fonti rinnovabili; attrezzature per interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica e gestione energetica. Riduzione dei rifiuti: compattatori di rifiuti organici/imballaggi, tritarifiuti ad uso professionale.

Tali beni devono essere gestibili mediante tecnologie digitali per l’utilizzo energetico efficiente/il monitoraggio dei consumi/la riduzione delle emissioni.

Termini di presentazione delle domande: dal 11/05/2020 al 31/12/2020, dalle ore 9 alle 16, e comunque fino ad esaurimento fondi.

È ammessa da parte della medesima impresa la presentazione di una sola domanda di contributo, articolata nelle misure previste dal bando.

I contributi sono cumulabili con altri aiuti e/o agevolazioni di sostegno alle imprese per l’emergenza COVID 19.